Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello

La Cattedrale di Castellammare di Stabia In seguito al terremoto del 1456 che sconvolse il napoletano, la Cattedrale, sita al Quartuccio, era rimasta fortemente lesionata e sin d’allora si pensò ad una riedificazione delle fondamenta. Dopo numerosi tentativi incompiuti, nell’anno 1581 il vescovo stabiese mons. Ludovico Maiorano di Gravina risolse il problema cattedrale: tre anni dopo vendette quell’antica sita al Castello per investirne il ricavato nell’edificazione di una nuova. E in effetti, con delibera comunale del febbraio 1587, la Città ne decise la riedificazione, eleggendo all’uopo una commissione comunale. Il Vescovo pose la prima pietra A dì 22 de novembre 1587. La costruzione procedette lentamente. Nell’anno 1643, può considerarsi virtualmente terminata; tanto è vero che la città concesse cappelle gentilizie a varie famiglie. La nuova cattedrale fu costruita sullo stesso sito della precedente, perché quella fu diruta… per farsi la nova forma della chiesa. Nel 1668 vi fu istallato anche il nuovo organo, a destra dell’altare maggiore, ma mancava ancora di atrio, costruito nel 1713 a spese della città. Tale atrio “poggiato sopra quattro pilastri, che reggono tre archi, e dietro a questi appoggiate tre lamie a vela”, dopo una cinquantina d’anni, rischiando il crollo, fu costruito ex novo nel 1774. Dopo la costruzione dell’Atrio e dell’Altare Maggiore, l’amministrazione comunale decise anche, nel 1774, la rifazione dell’antico campanile. Ma il vescovo si oppose perché avrebbe dovuto cedere dieci palmi di terreno. Dopo varie polemiche, anche con l’intervento del re, nel 1782 la città decise di ricostruirlo su suolo comunale, ove è al presente, per una spesa complessiva di 7323 ducati. Fino al 1875 la cattedrale non subirà ulteriori interventi radicali. Nel 1880 viene recuperato dal monastero della Pace l’antico Coro ligneo e sistemato nell’abside, ove è tuttora. In tale anno inizia anche la costruzione della nuova cappella di S. Catello. Tutti i lavori avranno termine nel 1893, tanto che il 13 agosto il vescovo Sarnelli consacrerà solennemente la cattedrale. All’interno si possono ammirare tele di Giuseppe Bonito, Nunzio Rossi, Lanfranco, lo Spagnoletto, sculture di Jerace, splendidi pastori del settecento napoletano a grandezza naturale. Giuseppe D’Angelo
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
L’esperienza biblica del silenzio di Dio ci trasmette una lezione che possiamo verificare nella nostra vita: nel suo silenzio, nel suo tacere, Dio parla.
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Buon compleanno, Don Antonino da tutta la comunità parrocchiale.
Che la Madonna Assunta e san Catello proteggano sempre i l tuo cammino,sei una benedizione per la nostra vita, ci insegni ogni giorno cosa significa veramente amare Dio.
Grazie di ❤️
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello ha condiviso un video dalla playlist Appuntamento con la Parola.
Buongiorno e buona domenica a tutti
Ascoltiamo cosa vuole dirci il nostro Arcivescovo Francesco Alfano sul Vangelo di questa seconda domenica di Quaresima
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Arcidiocesi Sorrento - Castellammare di Stabia
II Domenica di Quaresima 28 febbraio 2021

«Questi è il Figlio mio, l'amato.»
Il nostro Vescovo Francesco, ci accompagna in questo brano del Vangelo della II Domenica di Quaresima Buona domenica!

In questo secondo appuntamento con la nostra #Quaresimadarte
Nel Video il Crocifisso della Chiesa della Santissima Annunziata di Vico Equense, ci introduce all'ascolto Il Miserere intonato dalle Confraternite della città di Vico Equense.
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cari fratelli e sorelle, ogni tappa della vita è un tempo per credere, sperare e amare. Questo appello a vivere la Quaresima come percorso di conversione, preghiera e condivisione dei nostri beni, ci aiuti a rivisitare, nella nostra memoria comunitaria e personale, la fede che viene da Cristo vivo, la speranza animata dal soffio dello Spirito e l’amore la cui fonte inesauribile è il cuore misericordioso del Padre.
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
San Giuseppe
Proteggi, o provvido custode della divina Famiglia, l'eletta prole di Gesù Cristo: allontana da noi, o Padre amatissimo, gli errori e i vizi, che ammorbano il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta col potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore; e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del pargoletto Gesù, così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità; e stendi ognora sopra ciascuno di noi il tuo patrocinio, affinché a tuo esempio e mediante il tuo soccorso, possiamo virtuosamente vivere, piamente morire e conseguire l'eterna beatitudine in cielo.
AMEN.
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Madre di Dio e Madre nostra, implora per noi da Dio, Padre di misericordia, che questa dura prova finisca e che ritorni un orizzonte di speranza e di pace. Come a Cana, intervieni presso il tuo Figlio Divino, chiedendogli di confortare le famiglie dei malati e delle vittime e di aprire il loro cuore alla fiducia.
Proteggi i medici, gli infermieri, il personale sanitario, i volontari che in questo periodo di emergenza sono in prima linea e mettono la loro vita a rischio per salvare altre vite. Accompagna la loro eroica fatica e dona loro forza, bontà e salute.
Sii accanto a coloro che notte e giorno assistono i malati e ai sacerdoti che, con sollecitudine pastorale e impegno evangelico, cercano di aiutare e sostenere tutti.
Vergine Santa, illumina le menti degli uomini e delle donne di scienza, perché trovino giuste soluzioni per vincere questo virus. Papa Francesco

Concattedrale

di Castellammare di Stabia