Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello

La Cattedrale di Castellammare di Stabia In seguito al terremoto del 1456 che sconvolse il napoletano, la Cattedrale, sita al Quartuccio, era rimasta fortemente lesionata e sin d’allora si pensò ad una riedificazione delle fondamenta. Dopo numerosi tentativi incompiuti, nell’anno 1581 il vescovo stabiese mons. Ludovico Maiorano di Gravina risolse il problema cattedrale: tre anni dopo vendette quell’antica sita al Castello per investirne il ricavato nell’edificazione di una nuova. E in effetti, con delibera comunale del febbraio 1587, la Città ne decise la riedificazione, eleggendo all’uopo una commissione comunale. Il Vescovo pose la prima pietra A dì 22 de novembre 1587. La costruzione procedette lentamente. Nell’anno 1643, può considerarsi virtualmente terminata; tanto è vero che la città concesse cappelle gentilizie a varie famiglie. La nuova cattedrale fu costruita sullo stesso sito della precedente, perché quella fu diruta… per farsi la nova forma della chiesa. Nel 1668 vi fu istallato anche il nuovo organo, a destra dell’altare maggiore, ma mancava ancora di atrio, costruito nel 1713 a spese della città. Tale atrio “poggiato sopra quattro pilastri, che reggono tre archi, e dietro a questi appoggiate tre lamie a vela”, dopo una cinquantina d’anni, rischiando il crollo, fu costruito ex novo nel 1774. Dopo la costruzione dell’Atrio e dell’Altare Maggiore, l’amministrazione comunale decise anche, nel 1774, la rifazione dell’antico campanile. Ma il vescovo si oppose perché avrebbe dovuto cedere dieci palmi di terreno. Dopo varie polemiche, anche con l’intervento del re, nel 1782 la città decise di ricostruirlo su suolo comunale, ove è al presente, per una spesa complessiva di 7323 ducati. Fino al 1875 la cattedrale non subirà ulteriori interventi radicali. Nel 1880 viene recuperato dal monastero della Pace l’antico Coro ligneo e sistemato nell’abside, ove è tuttora. In tale anno inizia anche la costruzione della nuova cappella di S. Catello. Tutti i lavori avranno termine nel 1893, tanto che il 13 agosto il vescovo Sarnelli consacrerà solennemente la cattedrale. All’interno si possono ammirare tele di Giuseppe Bonito, Nunzio Rossi, Lanfranco, lo Spagnoletto, sculture di Jerace, splendidi pastori del settecento napoletano a grandezza naturale. Giuseppe D’Angelo
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Oggi si celebra la memoria liturgica di Sant'Espedito martire.
Nella nostra parrocchia possiamo ammirare la sua statua del 1912 donata dalla famiglia stabiese Riccardi.
Vi aspetto alle ore 18.30 per la recita del Santo rosario e alle 19.00 per la S.Messa.
Don Antonino
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Il nostro parroco ci invita a festeggiare la memoria liturgica di Santa Bernadette
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
«Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!». Gv 20,29
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Domenica 11 Aprile ore 12.00 S.E. monsignor Francesco Alfano celebrerà il Sacramento della Confermazione per i nostri amici che hanno seguito in questi mesi, il corso di Cresima con il Diacono Luigi Russo.
Affidiamo tutti i cresimandi alla protezione di Gesù e preghiamo che essi possano essere luce nel mondo e annunciare la Buona Novella .
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Nella notte però dal 7 al 8 di detto mese, giorno di Domenica delle Palme,
Una forte eruzione colpi la nostra città, il nostro Eccellentissimo Mons. Vescovo, D. Michele De Jorio, fece recare la Statua sulla banchina del mare e fermarlo a vista del Vesuvio, di popolo ivi convenuta a supplicare il caro ed amato S. Catello e tosto come per incanto, sul nostro cielo si fece il sereno. Un raggio di sole squarciando le nere ed infuocate nuvole che minacciavano a sterminio, venne ad illuminare il volto del Santo ed insieme il popolo che intorno a Lui pregava e piangeva, e dal quel momento tranne poca cenere e poco vento, il sereno confortò la nostra città.
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello ha condiviso un video dalla playlist Appuntamento con la Parola.
Buona Pasqua di Resurrezione a tutti
Il nostro Arcivescovo Francesco Alfano commenta il Vangelo di questo glorioso giorno di festa
Buon ascolto
Cattedrale Santa Maria Assunta e San Catello
Arcidiocesi Sorrento - Castellammare di Stabia
Domenica di Pasqua Risurrezione del Signore 04 aprile 2021
«Egli doveva risuscitare dai morti.»

Il nostro Vescovo Francesco, ci accompagna in questa Domenica di Pasqua, con il commento al vangelo e ci augura una Santa Pasqua.

Il quadro che affianca il nostro vescovo è un dipinto di Domenico Morelli, "Cena in Emmaus" del 1870-71, CHIESA CORPUS DOMINI, Gragnano

Concattedrale

di Castellammare di Stabia